Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

Art. 21 della Costituzione della Repubblica italiana

Io sono sempre dello stesso parere: sino a quando non sarà rinnovata la nostra classe dirigente, sino a quando le elezioni si faranno sulla base di clientele, sino a quando i Calabresi non indicheranno con libertà e coscienza i loro rappresentanti, tutto andrà come prima, peggio di prima.
Umberto Caldora (lettera a Gaetano Greco Naccarato, 1963)

giovedì 7 giugno 2018

Nuova Carta Escursionistica del Pollino


 








Comunicato stampa

Siamo lieti di portare a conoscenza di tutti gli appassionati di montagna che è stato dato alle stampe la nuova CARTA ESCURSIONISTICA DEL POLLINO.
La Carta riporta la Rete sentieristica che attraversa l’intera area protetta e, in questa ristampa aggiornata a fine aprile 2018, si presenta con un nuovo restyling molto più accattivante. 
Vi è compresa la rete dei sentieri realizzata dalle ex Comunità Montane – oggi Accordi di Programma – soprattutto nel settore settentrionale, nei comuni di Terranova del Pollino e nella Valle del Sarmento, e la Rete di Sentieri indicata sui luoghi dai cartelli con la scritta “IPV” (Itinerari di particolare Valenza), che, in parte, si sovrappone ad altre.
In questa nuova edizione è inserita anche la nuova rete di sentieri del Comune di Tortora, creata nel gruppo montuoso del Serramale e, per la prima volta, è registrato il nuovo tracciato dell’autostrada A2 del Mediterraneo come “spina dorsale” da percorrere per raggiungere, con comodità, le basi dei vari gruppi montuosi dai quali partire per una determinata cima utilizzando i sentieri predisposti.
La nuova CARTA ESCURSIONISTICA DEL POLLINO, registra, e questa è un’altra novità, il tracciato aggiornato del SENTIERO ITALIA che attraversa le nostre montagne, annotando che il tratto calabro è completamente segnato e ben evidenziato dalla segnaletica, mentre il settore di competenza lucano è in via di completamento.
Vi troviamo aggiunta anche una didascalia di pronta informazione sullo stato dei rifugi, distinguendo tra quelli che, al momento della andata in stampa, erano aperti da quelli che risultavano chiusi.

Una particolare attenzione è rivolta alla viabilità minore – le cosiddette “strade bianche” – che costituiscono la rete di accesso alla montagna e ai punti di partenza per la rete dei Sentieri.
Infine, la carta registra anche una serie di indicazioni utili -  quali l’eliporto di San Severino Lucano, l’aviosuperficie di Castrovillari, le aree di servizio presenti sull’autostrada – e annota le varie tipologie vegetative presenti all’interno dell’area protetta.

La Carta è stampata su un foglio rettangolare di 70 x 100 cm. Su di un lato è presente una tavola in scala 1:90000 con lo scopo di inquadrare l’intero territorio del Parco e contestualizzarlo dal punto di vista geografico. Nel retro è riportato il settore di Sud-Est con le vette e le località più importanti del Pollino. Questo lato è in scala 1:35.000. 
La Carta presenta anche un box con i “Recapiti Utili” in cui sono indicati il numero del Soccorso Alpino, del pronto intervento dei Carabinieri Forestali e del referente dell’Associazione Guide Ufficiali del Parco. 
Le coordinate geografiche sono riferite all’ellissoide internazionale WGS84; il reticolo di riferimento è UTM Fuso 33.
 Un grazie particolare a Emanuele Pisarra, geografo, Guida Ufficiale del Parco e componente della Commissione Nazionale di Sentieristica e Cartografia (SOSEC), che ha elaborato i dati con la collaborazione della Acalandros Map Design. 
Un particolare senso di gratitudine va alla AcalandrosTour, agenzia di Servizi eco-turistici nel Parco nazionale del Pollino, per aver sponsorizzato l’iniziativa. 
E un ringraziamento va soprattutto a tutti coloro che percorrono con amore e curiosità le nostre montagne attraverso i suoi sentieri e che danno senso a questo lavoro dandogli fiducia.
Buona “navigazione” con la nuova Carta!


Nessun commento:

Posta un commento